PER SAPERNE DI PIU'

Tricologia

Antica Natura effettua da diversi anni attenti esami tricologici del cuio capelluto. 

Le abitudini alimentari, le malattie pregresse o in corso, l'uso di farmaci o cosmetici quali tinture e colorazioni nonchè il parto per le donne, evidenziano spesso situazioni di forti stress del capello e del cuio capelluto. 

Dopo un parto per esempio, si verifica un effluvio diffuso senza che i capelli si assottiglino, mentre durante una dieta dimagrante squilibrata con carenze proteiche si può assistere ad un assottigliamento dei capelli seguito spesso da caduta. 

In tutti questi casi, l'osservazione del cuoio capelluto potrà facilmente evidenziare la presenza di cicatrici, atrofie, ustioni, infezioni e tumori ma potrà anche evidenziare disturbi dermatologici come la pitiriasi, la dermatite seborroica e la psoriasi. 

Capelli fratturati possono far pensare a danni provocati da trattamenti cosmetici, ad una tigna o ad una tricotillomania mentre Capelli assottigliati possono far pensare ad una carenza proteica. 

L'Irregolarità poi della distribuzione dei capelli, ad esempio più radi sulla zona alta del cuoio capelluto o la presenza di alopecia fronto-parietale maschile (la così detta "stempiatura") sono indizi che orientano immediatamente verso alterazioni parafisiologiche del rapporto androgeni/estrogeni a livello della matrice del pelo. 

L'esame macroscopico del capello consiste dapprima nell'osservare se si è in presenza di un diradamento diffuso o localizzato e se tale diradamento è stato o meno preceduto da assottigliamento evidente dei capelli stessi. 

In particolare, Antica Natura utilizza la tricoanalisi microscopica in luce polarizzata, una tecnica tradizionale della mineralogia, diventata ormai di indiscussa utilità diagnostica anche in tricologia. La cheratina, che è una proteina sequenziale, ripetitiva e cristallina, ha la proprietà di ritardare l'onda della luce polarizzata che la attraversa ed un capello appare al microscopio come luminoso e colorato su sfondo nero. 

Come in mineralogia ogni colore visibile comporta l'appartenenza ad uno specifico ordine strutturale e molecolare ed in tricologia permettono di apprezzare la struttura cristallografica di un capello, cioè la sua “qualità”. 

I colori visibili al microscopio in luce polarizzata forniscono quindi dati sicuri per valutazioni altrimenti solo ipotizzabili. Poiché i "colori di compensazione" possono essere visti e stimati solo in base alla sequenza dei colori (frequenze d'onda) visibili solamente durante la rotazione dell'oggetto esaminato è necessario osservare il vetrino su un piano ruotante e mai con una luce trasmessa da una fibra ottica. 


Il mio Account
Contattaci

AnticaNatura - P.I. - 09761050583 - Via di Tor Vergata 67 - 00133 Roma - Tel. 06 2024100 - Email: info@anticanatura.it - REA Inserire REA - CCIAA Inserire CCIAA