I CONSIGLI DI MAILA

Il tč: un piacere, un gusto, un rito, una cultura.


Antiossidante, tonico, dimagrante, drenante, antitumorale... il the verde è la bevanda della salute
Da sempre il tè verde è conosciuto come bevanda della salute e nel corso degli ultimi decenni anche la scienza ha messo in evidenza le sue proprietà antiossidanti, diuretiche e antifiammatorie.

Il the verde contiene flavonoidi, catechine, tannini, teina, teofillina, vitamine del gruppo B, minerali e amminoacidi.
Le proprietà del tè verde sono principalmente toniche, diuretiche, depurative e antiossidanti. I polifenoli del tè svolgono anche un’importante azione antinfiammatoria e antitumorale, messa in luce anche da diversi studi scientifici. In particolare, una sostanza presente nel tè verde (l’epigallocatechina-gallato) svolge un’azione di prevenzione contro il tumore alla pelle, al colon, al pancreas, al seno, alla prostata e al fegato.

Gli stessi polifenoli sono potenzialmente interessati nella prevenzione di malattie cardiovascolari e di malattie neurodegenerative come il Parkinson e l’Alzheimer.

Il tè inoltre è stato dimostrato avere effetti benefici sul diabete di tipo 2 riequilibrando i tassi di glucosio nel sangue. La teanina (un amminoacido contenuto nel tè) riduce lo stress psicofisico, mentre la teina svolge un’azione tonica e stimolante, aumentando la capacità di concentrazione.

L’utilizzo del tè è consigliato anche come drenante nelle cure dimagranti. Il tè infatti svolge una buona azione diuretica e depurativa che favorisce l’eliminazione renale dell’acqua e la depurazione dell’organismo.

Gli utilizzi del tè verde
Il tè si utilizza prevalentemente in infuso. Per una tazza la quantità ideale è di circa 2 cucchiaini da caffè. Per evitare di deteriorare i principi attivi si consiglia di non mettere il tè in acqua bollente, ma ad una temperatura di 85/90 °C. In merito a quanto tè verde bere ogni giorno, solitamente si consiglia di non superare le 4 o 5 tazze al giorno. Tuttavia c’è chi sostiene che se ne possano bere anche di più, in modo da trarre il massimo vantaggio da tutti i benefici del the verde. Se non rientrate nei casi in cui è meglio evitarlo (vedi controindicazioni), quindi è possibile berlo senza troppe restrizioni, tenendo presente di non berlo dal tardo pomeriggio e la sera per evitare insonnia e che il tè verde è meno ricco di caffeina del tè nero.

Controindicazioni del tè verde
In caso di assunzione di farmaci sarebbe opportuno sospendere l’assunzione di tè oppure attendere diverse ore prima di berlo. In soggetti ipersensibili, un uso eccessivo di tè verde può creare agitazione e nervosismo: in questo caso si consiglia di sospendere o diminuire l’assunzione di the. A chi soffre di insonnia si consiglia di non bere il tè prima di andare a dormire, oppure bere tè bianco, più “leggero” rispetto alle altre varietà. Anche chi soffre di ipertensione dovrebbe evitare o limitare il consumo di tè.



Il mio Account
Contattaci

AnticaNatura - P.I. - 09761050583 - Via di Tor Vergata 67 - 00133 Roma - Tel. 06 2024100 - Email: info@anticanatura.it - REA Inserire REA - CCIAA Inserire CCIAA